Blog

La febbre del sabato sera

Il mio titolo dice tutto: ho avuto la febbre di sabato sera, che tristezza immonda. Avevo tanti piani e tante cose da fare questo week end, ma nulla, da un maledettissimo termometro e da qualche bacillo malvagio è andato tutto in fumo.

Per prima cosa mi ero ripromesso di pulire un po’ la cucina, che sembra quella di una mensa scolastica: piatti di non so quanti giorni fa da dover lavare, scatole e pacchetti di cibo finito, una dispensa caotica e un frigorifero lercio. Non ho molto tempo per fare queste cose, ma ogni tanto inizio a disgustarmi di me stesso e non riesco a sopportare il mio essere così casinista.

Ma, ovviamente, la febbre si è presentata venerdì, appena tornato da lavoro, e se n’è andata stamani, giusto in tempo per farmi tornare a lavoro. Avevo contattato un amico che non vedevo da tempo per andarci a prendere una birra insieme, dato che si trovava da queste parti giusto per questo week end, ma all’ultimo sono stato costretto a dargli buca. Sono uno di quegli uomini, poi, che con 37.1 muore veramente come se avesse la febbre a 40, considerando che a 40 c’è quasi arrivata veramente, è facile immaginare il mio stato…

Inoltre in un negozio da queste parti avevo visto che c’erano materassi memory prezzi ribassatissimi, mi sono informato e ho visto che questo è un materiale ottimo per chi soffre di cervicale, ma ovviamente le offerte finivano domenica. E io ero a letto malato.

Ho quindi perso: una birra con un amico che non vedevo da tempo, la possibilità di sistemare la mia casa, la possibilità di comprare un materasso nuovo a un prezzo ottimo, la possibilità di riposarmi, dato che con la febbre ho dormito sì tanto, ma molto male. Tutto ciò è davvero ingiusto!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *